Elena...


Il tempo si ferma, il tuo corpo riparte, la tua vita sembra iniziare in quel momento. Tutti i ricordi passati sembrano vuoti senza di lei e tutto il tuo mondo è li davanti i tuoi occhi. Elena è venuta al mondo la vigilia di Natale e come un dono prezioso degno di quel giorno ha inondato la nostra vita d'amore. Un amore che non si può raccontare e che non ha eguali. Un amore unico, puro senza confini. Non si distingue più quale parte del corpo finisce prima che inizi un po' del suo. E' un pezzo di cuore che esce dal guscio e che bisogna imparare a conoscere perché all'inizio il rischio di identificarsi con questo piccolo fagottino è tantissimo. Piano piano si impara a vivere vicine seppur separate. Non so quando potrò considerare il fatto di imparare questo meccanismo ma ci provo. Provo lentamente a tornare alla vita normale, fatta anche di lavoro e di spazi personali. Provo a condividere questo essere speciale con il resto del mondo, la mia bambina con gli altri (assai ardua come impresa) ma ci provo perché vedo che lei è circondata d'amore e più amore ha lei più il mio cuore si alleggerisce.
Non so quanto il blog andrà avanti, se ancora ha lettori assidui. Ormai c'è una corsa frenetica ai follower e seguaci. Canali virtuali di ogni tipo dove la privacy è andata via e la propria immagine gira e spopola come se fosse la prima testata di un quotidiano famoso. Io ogni tanto preferisco rifugiarmi tra le righe; quelle righe che in pochi ormai leggono frettolosi e curiosi di vedere solo foto e immagini. Non si leggono più neanche le didascalie, l'immagine più bella, più viva e particolare attira la nostra attenzione...tutto il resto è noia.

Oggi niente ricette. Oggi scrivo solo per invitarvi a fermarci ogni tanto e prenderci cura di noi, delle persone che amiamo e del tempo che ormai vien vissuto solo attraverso le diapositive altrui.
Posta un commento

Post più popolari